La presentazione del prodotto alimentare

CORSO
IN AULA

€ 390,00 + IVA
Richiedi info Iscriviti subito
In programmazione
09:30 - 16:30
1 giornata
15
1 lezioni

Destinatari

  • Titolari d’azienda
  • Assicurazione qualità e ricerca e sviluppo
  • Affari Legali
  • Marketing
  • Direzione amministrazione e finanza
  • Consulenti d’impresa

Obiettivi

Si avvicina il 9.5.2018, data a decorrere dalla quale entrerà in vigore il decreto nazionale 231/2017 recante le sanzioni per  la violazione delle disposizioni di cui al Regolamento 1169/2011 relativo alla fornitura di informazioni sugli  alimenti ai consumatori, nonché l’adeguamento della disciplina nazionale e relative sanzioni.

Il provvedimento va a completare il quadro normativo di riferimento in materia di etichettatura, presentazione e pubblicità dei prodotti alimentari costituito principalmente dal Reg. 1169/2011 che rappresenta la c.d. normativa orizzontale di riferimento applicabile in tutti gli Stati membri dell’U.E. nonché, per l’Italia, il D.lvo 145/2017 che ha reintrodotto l’obbligatorietà dell’indicazione della sede dello Stabilimento di produzione o, se diverso di confezionamento.

La giornata di formazione mira a fornire ai partecipanti gli strumenti operativi per costruire un’etichetta a norma di legge ponendo particolare attenzione alle problematiche concernenti l’indicazione degli allergeni, del QUID, dell’origine, delle informazioni nutrizionali obbligatorie e facoltative oltre ai principi generali che informano le pratiche leali d’informazione.

Programma

  • Informazioni sugli alimenti: Le responsabilità degli operatori ex art. 8 del Reg 1169/2011
  • Analisi delle indicazioni obbligatorie
  • Denominazione di vendita: denominazione legale, usuale e descrittiva
  • L’elenco degli ingredienti
  • Allergeni: le nuove norme di evidenziazione
  • Comunicazione della commissione del 13 luglio 2017 riguardante la fornitura di informazioni su sostanze o prodotti che provocano allergie o intolleranze
  • Il problema (irrisolto) della contaminazione accidentale
  • Comunicazione della commissione sull’applicazione del principio della dichiarazione della quantità degli ingredienti (QUID)

Quantità

  • TMC e data di scadenza. Le disposizioni sui prodotti congelati
  • Condizioni di conservazione e impiego
  • Il Paese di origine o luogo di provenienza: la normativa verticale di settore
  • Visibilità, leggibilità, e dimensioni minime dei caratteri
  • La Dichiarazione nutrizionale: da facoltà ad obbligo
  • Analisi delle nuove disposizioni sulla costruzione della tabella nutrizionale
  • Espressione per porzione e/o unità di consumo
  • Le informazioni ripetibili nel campo visivo principale
  • Arrotondamenti e tolleranze
  • Il D.lvo 231/2017: campo di applicazione della norma e definizioni
  • Violazione delle disposizioni generali in materia di informazioni sugli alimenti
  • Violazione delle disposizioni relative alle informazioni obbligatorie sugli alimenti preimballati e delle relative modalita' di espressione
  • Violazione delle disposizioni specifiche sulle indicazioni obbligatorie
  • Violazioni in materia di informazioni volontarie sugli alimenti
  • Adeguamento della normativa nazionale
  • Norme relative a diciture di identificazione del lotto o partita (Direttiva 2011/91)
  • Cessione di alimenti  tramite distributori automatici
  • Vendita di prodotti non preimballati (sfusi ed equiparati)
  • Norme di etichettatura dei prodotti sfusi commercializzati in una fase precedente la vendita al consumatore
  •  Alimenti serviti dalle collettivita’: coordinamento con la Nota Ministero della Salute del 6 febbraio 2015
  • Prodotti non destinati al consumatore (B2B)
  • Sanzioni in caso di violazione delle disposizioni nazionali
  • Altre norme nazionali. Dal 5.4.2018 indicazione obbligatoria nell'etichetta della sede e dell'indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento
  • Sanzioni in caso di violazione del D.lvo 145/2017

Docenti

Avv. Cristina La Corte

Esperta in materia di informazioni sugli alimenti ai consumatori, claims, igiene e sicurezza alimentare, fornisce supporto alle aziende nell’elaborazione e gestione del modello organizzativo aziendale ex D.lvo 231/2001.

Informazioni

Per informazioni e richieste:
 
sede di Verona
Villa Venier Via Bassa 14
Sommacampagna (VR)
045.89.69.006
 
sede di Vicenza:
via Ponte Storto, 16
36051 Creazzo (VI)
0444.52.06.60

Prezzo del corso in aula

€ 390,00 + IVA

Sedi del corso

Penta Formazione - Sommacampagna
Via Bassa, 14, 37066 Sommacampagna VR, Italia
vedi mappa

Staff del corso

Gianni

Gianni Responsabile

Altri utenti hanno scelto questi corsi

Corso Patentino per la guida del carrello elevatore/muletto - MANTOVA

Corso Patentino per la guida del carrello elevatore/muletto - MANTOVA

Il corso porta al rilascio dell'attestato per l'uso del muletto secondo quanto previsto dalla normativa in materia di sicurezza.

Dettagli corso
Corso formazione Antincendio - Rischio basso VICENZA

Corso formazione Antincendio - Rischio basso VICENZA

Per il D.Lgs.81/2008 e il D.M.10/03/98 sulla sicurezza, le attività economiche devono prevenire rischi di incendio e saper gestire le emergenze.

Dettagli corso
Corso aggiornamento antincendio - rischio basso VICENZA

Corso aggiornamento antincendio - rischio basso VICENZA

Per il D.Lgs.81/2008 e il D.M.10/03/98 sulla sicurezza, le attività economiche devono prevenire rischi di incendio e saper gestire le emergenze.

Dettagli corso
Corso formazione Antincendio - Rischio medio VICENZA

Corso formazione Antincendio - Rischio medio VICENZA

Per il D.Lgs.81/2008 e il D.M.10/03/98 sulla sicurezza, le attività economiche devono prevenire rischi di incendio e saper gestire le emergenze.

Dettagli corso